Gazzetta dello Sport: i voti di Milan-Verona 4-1

Questa mattina, domenica 6 maggio, La Gazzetta dello Sport ha rilasciato i voti assegnati per la partita Milan-Verona, gara valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A, finita 4-1. Non fa troppa resistenza l’Hellas Verona, che retrocede in serie B dopo aver subito un poker dal Milan. Rossoneri in scioltezza in questa gara e questo permette a mister Gattuso di far risparmiare le forze ad alcuni titolari in vista della finale di coppa Italia. La gara si mette subito in discesa perché l’ormai solito Hakan Calhanoglu segna l’ennesimo goal del suo strepitoso finale di stagione ed apre le danze a San Sito. A dire la verità, dopo il vantaggio l’atteggiamento del Milan non sembra essere dei più convincenti, ma Cutrone trova la girata del due a zero e tutto diventa facile. Ad inizio ripresa, bellissimo è l’azione che porta al tris di Abate, che duetta splendidamente con Suso. Lee Seong-Woo segna al volo la rete della bandiera scaligera, ma l’ultimo squillo della gara è di Borini per il definitivo quattro a uno.

Nei voti della non c’è un solo migliore in campo, ma quattro giocatori sopra agli altri con 7, ovvero Hakan Chalanoglu, Bonaventura, Suso e Cutrone; non esiste nemmeno un peggiore in campo, con una serie di ben otto rossoneri che prendono un 6, che rappresenta il voto meno altisonante delle pagelle rossonere.

Milan: G. Donnarumma 6, Kessie 6, Bonucci 6, Romagnoli 6 (61′ Musacchio 6), Abate 6.5, Ricardo Rodriguez 6, Locatelli 6, Hakan Calhanoglu 7, Bonaventura 7, Suso 7 (57′ Borini 6.5), Cutrone 7 (70′ Kalinic 6).

Advertisements