Claudio Ranieri: sto con Donnarumma e Raiola. Montella? Avrà vita dura

Nelle prime pagine de La Gazzetta dello Sport in edicola oggi, venerdì 30 giugno, spicca un’intervista a Claudio Ranieri, neo tecnico del Nantes ma che tutti ricorderemo per aver portato al titolo inglese il Leicester nel campionato 2015-2016.

Un’intervista, curata da Luca Calamai, in cui l’allenatore italiano risponde anche a numerose domande riguardanti il Milan a partire dalla questione Gigio Donnarumma: “Io sto con il portiere e con Raiola” si legge nelle colonne della rosea “Non c’entrano niente i soldi. Ed è ridicolo parlare di tradimento. Il nocciolo del problema è che il giocatore rinnoverà il contratto con il Milan solo se crederà al progetto di rilancio presentato dai nuovi proprietari del club rossonero“.

Proseguendo continua sempre sul futuro del portiere rossonero: “Se Donnarumma, che so, dovesse andare al Real Madrid nei prossimi dieci anni di carriera po­trebbe vincere due­ tre Cham­pions, giusto? È normale che abbia dei dubbi. È giusto che abbia dei dubbi. Invece lo accu­sano di essere un traditore“.

Non mancano poi parole, non troppo condivisibili da parte nostra, su Vincenzo Montella: “Come allenatore non è male. Ma dovrà faticare un po’ di più rispetto, a esempio, a Spallet­ti“.

About Marcello Barbuti 602 Articles
Super appassionato di calcio ma seguo e ho praticato sport come pallavolo e basket, anche se non a livello professionistico. Sono tifoso del Milan da sempre e da ragazzino, quando giocavo con gli amici, indossavo la maglia di Weah anche se l'amore infinito è stato per Kakà. Gli altri colori non esistono se si parla di calcio: sono e sarò sempre rossonero.