Radiocronaca Ucraina-Italia: come ascoltare le gare in diretta radio

Tutto pronto per l’ottava gara della fase a gironi per la qualificazione a Euro 2024. È arrivata la terza sosta per le nazionali e quindi la terza selezione dei giocatori di mister Spalletti alla guida dell’Italia.

Nella giornata di lunedì 20 novembre, si giocherà Ucraina-Italia, ultima gara di questo girone che sará importantissima per la qualificazione all’Euro24, i giocatori e Spalletti dovranno preparare il match con massima attenzione, anche un punto potrebbe bastare ma l’obbiettivo deve sempre essere la vittoria.

Infatti, tutti coloro che non avranno la possibilità di sedersi davanti al televisore di casa o più semplicemente preferiscono ascoltare la Ucraina-Italia, potranno farlo sintonizzandosi sulle frequenze di Radio Rai.

Prima maglia Italia
Polo Italia

Come ascoltare la radiocronaca Ucraina-Italia

Tutte le partite dell’ Italia saranno trasmesse in diretta su Rai Radio 1, il primo canale radio della Rai che trasmette sia sulle frequenze FM che in streaming su Internet.

Tutto quello che devi fare seguire la radiocronaca delle partite dell’Italia è accendere la radio e sintonizzarti sulle frequenze di Radio 1 che variano da regione a regione e da città in città. Inoltre, devi sapere che Rai Radio 1 trasmette anche anche in digitale DVB-T, FTA sul Mux 1 e via satellite su Sky.

Se, invece, preferisci ascoltare la radiocronaca delle partite di qualificazione agli Europei 2024 puoi collegarti al sito ufficiale di RaiPlayRadio, il portale ufficiale di Rai Radio che consente non solo di ascoltare la diretta streaming di tutti i canali radio della Rai ma anche di accedere a podcast e repliche, sia da computer che da smartphone e tablet. In quest’ultimo caso, puoi scaricare anche l’applicazione gratuita per dispositivi Android e iPhone/iPad.

Radiocronaca Ucraina-Italia live

Informazioni su Marcello Barbuti 1369 articoli
Super appassionato di calcio ma seguo e ho praticato sport come pallavolo e basket, anche se non a livello professionistico. Sono tifoso del Milan da sempre e da ragazzino, quando giocavo con gli amici, indossavo la maglia di Weah anche se l'amore infinito è stato per Kakà. Gli altri colori non esistono se si parla di calcio: sono e sarò sempre rossonero.