LIVE – Serie A: diretta Milan-Sampdoria 1-0 | Agevole vittoria rossonera su un inconsistente Giampaolo

Nella giornata di domenica 13 febbraio alle 12.30 si disputerà Milan-Sampdoria. I rossoneri dovranno fare a meno ancora di Ibrahimovic ai box, ma nonostante l’assenza dello svedese, Giroud nelle ultime gare ha dimostrato di essere un giocatore importante e sicuramente non c’era bisogno degli ultimi gol per saperlo, in tutte le cose ci vuole il suo tempo, tra covid e infortuni non aveva avuto la possibilità di continuità ed adesso che riesce a giocare senza problemi si vede tutto il valore del giocatore e della persona. Quella con la Samp potrebbe essere una gara gara molto importante, il Milan dee stare molto attento e giocare come sa, il resto poi viene da solo.

Milan-Sampdoria, venticinquesima giornata di Serie A, si giocherà allo stadio San Siro a Milano, su queste pagine potrete seguire la diretta live con formazioni, commento e tabellino aggiornamento minuto per minuto.

Milan-Sampdoria 1-0 – live streaming

Marcatori: 7′ Leao (M)

Ammoniti: Rincon (G), Brahim Diaz (M). Romagnoli (M), Bennacer (M)

Formazioni:

Milan: Maignan; Calabria, Tomori, Romagnoli, Florenzi; Tonali, Bennacer; Messias, Brahim Diaz, Leao; Giroud.

Sampdoria: Falcone; Murru, Conti, Colley, Bereszynski, Magnani, Rincon, Thorsby, Candreva, Sensi, Caputo.

Diretta:

0′ Calcio d’inizio.

1′ Punizione per il Milan.

2′ Messias prova a mettere in area ma la difesa della Samp allontana.

4′ Dopo un’azione con varie respinte, Caputo ha provato il tiro la palla è stata deviata e Maignan è arrivato senza problemi.

6′ Le squadre in questo inizio di gara si stanno studiando, cercando di non dare spazi.

7′ Gollll di Leao, Grande lancio di Maignan sulla corsa del portoghese che ha lasciato il marcatore a raccogliere le margherite e poi ha battuto Falcone, segnando l’uno a zero.

9′ Ammonito Rincon.

12′ I rossoneri hanno iniziato bene anche questa gara, la Samp sembra ancora negli spogliatoi.

19′ Gioco rimasto fermo per qualche istante. I ritmi sono bassi, ora.

23′ Lancio di Florenzi che non trova compagni.

24′ Bereszynski, rimasto prima a terra per un problema alla spalla, sta alzano bandiera bianca. Pronto ad entrare Ferrari.

25′ Stringe i denti Bereszynski, vediamo se riuscirà a terminare la partita.

26′ Ancora gioco fermo, e sempre per la spalla di Bereszynski.

27′ Ancora una volta, Bereszynski rientra in campo dopo l’ennesima medicazione alla spalla.

31′ Altra interruzione del gioco, che ormai si spezzetta continuamente. Il recupero del primo tempo sarà lungo.

32′ Sensi pescato in fuorigioco; la Samp non riesce a combinare nulla, proprio come faceva il Mian di Giampaolo.

34′ Junior Messias vorrebbe il tiro in porta, ma non ha spazio e così cerca il lancio per Giroud, sbagliando la misura.

39′ Ora a terra c’è Rafael Leão, ed è molto dolorante.

40′ Si è rialzato Rafael Leão, ma si scalda Rebic. Problemi alla caviglia.

42′ Sponda buona di Junior Messias, ma quella dell’accorrente Giroud è una ciabattata inguardabile che finisce sul fondo.

43′ Questa volta è Giroud che cerca la sponda per Junior Mesias al limite dell’area, tiro potente ma centrale su cui Falcone non trattiene, concedendo un angolo.

44′ Saranno cinque i minuti di recupero.

45′ Tempi sbagliati nel passaggio di Brahim Diaz; Giroud era terminato in fuorigioco e non è potuto scattare. Peccato, sarebbe stato solo davanti a Falcone.

48′ Tomori momentaneamente a terra e si andrà al sesto minuto di recupero.

45’+5 Niente prolungamento al recupero. Milan in vantaggio con una rete pronti-via e poi nessuna reazione doriana. I rossoneri dovranno ora cerare il raddoppio nel secondo tempo, per chiudere una partita che sembrano avere in mano.

SECONDO TEMPO:

46′ Si riprende. Nessun cambio nelle due squadre.

46′ Dopo quarantun secondi, Junior Messias cerca il diagonale sul secondo palo, non trovando di poco la porta difesa da Falcone, che era vanamente proteso in tuffo.

47′ Rafael Leão spreca un contropiede, ritardando il passaggio a Giroud e venendo poi fermato da Murru.

49′ Giroud stacca di testa, ma è disturbato e colpisce male, mandando la sfera sul fondo.

50′ Si vede anche la Samp, con una azione personale di Candreva, che scatta in velocità, salta facilmente Bennacer e tira, ma è una conclusione telefonata, che finisce tra le braccia di Maignan.

52′ La Samp effettua tre cambi: Escono l’evanescente ex Conti, Murru e Torsby, entrano Ekdal, Augello e Ronaldo Vieira.

55′ Ancora Candreeva che prova a fae tutto da solo e tira sul primo palo: fuori.

56′ Cambia il Milan: Rebic, Kessie e Saelemaekers ed escono Brahim Diaz, Rafael Leão e Junior Messias.

59′ Doppia occasione rossonera, con la difesa doriana che respinge su Rebic e poi con Giroud in rovesciata voltante che però centra il portiere Falcone.

64′ Tiraccio altissimo del ruvido Bennacer.

69′ Tenero il colpo di testa di Giroud, semplice per Falcone alzare in corner. Dal corner, Romagnoli ancora di testa, ma è ancora facile per Falcone bloccare.

72′ Cambia la Samp: Quagliarella al posto di Rincon. Si sbilancia Giampaolo.

74′ Krunic al posto di Bennacer.

80′ Dopo una zingarata di Saelemaekers, che però non tira, Rebic centra Falcone con un tiro centrale, respinta pessima del portiere ma Tonali si addormenta e non tira nemmeno lui.

84′ Addirittura Sabiri al posto di Candreva.

85′ Romagnoli murato in area, ma era fuorigioco.

87′ Kalulu al posto di Florenzi.

90′ Tre minuti di recupero, mentre la Samp spreca una delle poche incursioni in avanti della partita.

90’+3 Finisce la partita. Basta una rete al Milan per battere una Samp inconsistente e tornare in testa. Giampaolo non si è certo fatto rimpiangere dai suoi ex tifosi, visto che la sua squadra è apparsa uguale al suo altrettanto inguardabile Milan. Forse, i rossoneri hanno avuto solo il torto di non aver chiuso la partita con anticipo, segnando il due a zero, ma questo non ha fatto soffrire i tifosi, visto l’inconsistenza della Samp.

Aggiorna la diretta

About Marcello Barbuti 1100 Articles
Super appassionato di calcio ma seguo e ho praticato sport come pallavolo e basket, anche se non a livello professionistico. Sono tifoso del Milan da sempre e da ragazzino, quando giocavo con gli amici, indossavo la maglia di Weah anche se l'amore infinito è stato per Kakà. Gli altri colori non esistono se si parla di calcio: sono e sarò sempre rossonero.