Dopo il no dell’Uefa, Fassone ha creato un gruppo per analizzare le motivazioni

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, questa mattina 24 maggio, l’ad Marco Fassone ha creato un gruppo di lavoro composto dagli avvocati: Mattia GrassaniRoberto Cappelli e Valentina Montanari con cui analizzare la decisione dell’Uefa.

Queste settimane, in attesa della decisione definitiva dell’Uefa non saranno facili. La dirigenza rossonera se sarà possibile dovrà cercare di fare il possibile per chiarire i dubbi che ci sono sulla nuova società Milan.

La squadra creata da Fassone dovrà capire i motivi di questa decisione, sperando che trovino anche una soluzione. Perché partire con una nuova società e dopo un anno trovarsi davanti alla possibile realtà di essersi squalificati dall’Europa League, per motivi di fair play finanziario sarebbe un grave danno per l’immagine del Milan, anche se poi ci sarebbe la possibilità di fare ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna.

About Marcello Barbuti 395 Articles
Super appassionato di calcio ma seguo e ho praticato sport come pallavolo e basket, anche se non a livello professionistico. Sono tifoso del Milan da sempre e da ragazzino, quando giocavo con gli amici, indossavo la maglia di Weah anche se l'amore infinito è stato per Kakà. Gli altri colori non esistono se si parla di calcio: sono e sarò sempre rossonero.