Kakà: il Milan lotterà con le prime, ma la Juventus è ancora la più forte

Questa mattina mercoledì 22 agosto, la Gazzetta dello Sport, riporta l’intervista fatta a Ricardo Kakà ex giocatore rossonero ancora nei cuori dei tifosi del Milan, sia per quello che ha regalato sul campo ma anche per la purezza che ha come uomo.

La Rosea tra le varie domande ha chiesto a Kakà, che pensiero avesse su questo nuovo campionato che è iniziato. Il brasiliano è stato molto esplicito nelle sue risposte: “La Juventus è la squadra più forte d’Italia, però tutto è possibile. Il calcio appassiona tante persone perché è uno sport speciale ed imprevedibile non c’è mai nulla di scritto e deciso, il risultato alla fine lo da il campo”.

L’ex rossonero poi si sofferma  sul suo futuro e sulla nuova società: “in Brasile studierò per diventare direttore sportivo, poi verrò in Italia e farò il corso da allenatore a Coverciano ma solo per avere un bagaglio più ampio, nel mio futuro mi vedo più come dirigente che come allenatore. Per un mio ritorno al Milan è solo questione di tempo, per il momento devo rimanere in Brasile e stare vicino ai miei figli che sono ancora piccoli”.

Per quanto riguarda Elliott: “Credo che con Leonardo e Maldini abbiano fatto un colpo sensazionale, sono due persone fantastiche e sanno cosa vuol dire il calcio. Sono sicuro che insieme anche a Gattuso faranno grandi cose e che cercheranno di riportare il Milan dove merita”.

About Marcello Barbuti 600 Articles
Super appassionato di calcio ma seguo e ho praticato sport come pallavolo e basket, anche se non a livello professionistico. Sono tifoso del Milan da sempre e da ragazzino, quando giocavo con gli amici, indossavo la maglia di Weah anche se l'amore infinito è stato per Kakà. Gli altri colori non esistono se si parla di calcio: sono e sarò sempre rossonero.