Sky: il Chelsea spinge per Diego Costa al Milan ma spunta Cavani

Si è ufficialmente entrati nell’ultimo mese di mercato che sarà anche quello dei probabili botti: quelli che una volta venivano chiamati i giorni del condor, oggi non ci sono più. Mirabelli e Fassone hanno praticamente completato la squadra e adesso stanno rivolgendo il proprio lavoro principalmente sulle uscite ma con un occhio sempre al colpo di attacco.

La situazione è ormai chiara con Nikola Kalinic ultima scelta che verrà preso solo se falliranno gli altri obiettivi primari o se partirà Carlos Bacca. Per il croato c’è l’accordo totale su tutti i fronti ma la situazione potrebbe stufare sia la società toscana che il giocatore.

Se Belotti sempre ormai inarrivabile e se Aubameyang rimane sempre nella lista seppur con qualche difficoltà, gli ultimi nomi fatti in casa Milan sono stati quelli di Falcao e Diego Costa: proprio il brasiliano naturalizzato spagnolo sarebbe ad oggi il più facile da convincere anche perché, stando a quanto riporta Sky, il Chelsea vorrebbe liberarsi subito del giocatore che è ormai in rotta con tutto l’ambiente. Lui si è promesso all’Atletico Madrid ma, come sappiamo, il mercato degli spagnoli è stato bloccato dalla Fifa fino a gennaio 2018. I blues quindi stanno spingendo per una cessione al Milan e sarebbero disposti anche a fare degli sconti.

Ma attenzione a Edison Cavani che più volte ha aperto ad un suo ritorno in Italia e potrebbe essere lui il reale obiettivo dei rossoneri. Per l’ex Napoli e Palermo infatti si apre una prospettiva interessante: l’arrivo di Neymar potrebbe creare malumori all’interno dello spogliatoio parigini con il Milan pronto ad accogliere Cavani. E infondo sono sempre stampate nella nostra mente le parole di Fassone: “L’attaccante che seguiamo è un nome mai uscito sui giornali“.

About Marcello Barbuti 706 Articles
Super appassionato di calcio ma seguo e ho praticato sport come pallavolo e basket, anche se non a livello professionistico. Sono tifoso del Milan da sempre e da ragazzino, quando giocavo con gli amici, indossavo la maglia di Weah anche se l'amore infinito è stato per Kakà. Gli altri colori non esistono se si parla di calcio: sono e sarò sempre rossonero.